COMPARAZIONE GAS VS CARBONE

PERFORMANCES


Un barbecue a gas è acceso semplicemente girando i pomelli del gas e generando una scintilla agendo su un tasto piezo-elettrico.

Ciò significa che il processo di accensione e spegnimento è pressoché immediato.

La “potenza” di un barbecue a gas è solitamente misurata in kWh (kilowattora).

Senza voler produrre trattati, possiamo tranquillamente affermare che una potenza di 4kW è la massima ottenibile da una bistecchiera elettrica e 30kwh è la potenza del più imponente e costoso barbecue a gas in commercio.
La potenza media dei barbecue in commercio si attesta attorno ai 15Kwh che sono “sufficienti” ad ottenere della carne grigliata a dovere.

Più è potente il barbecue, minore sarà il tempo di preriscaldamento (ma maggiore sarà il consumo di gas). Mediamente, 10 minuti, sono un tempo ragionevole per mandare il barbecue a gas in temperatura per essere pronto a cuocere.

Il carbone necessita di tempi di accensione e preriscaldamento sensibilmente piu lunghi, anche fino a 40 minuti.

La quantità media di carbone utilizzabile nei moderni barbecues a braciere è di circa 4 kg.

Tale quantità di carbone, se ben acceso, offre un calore di molto superiore al piu potente barbecue a gas in commercio. Potrebbe raggiungere temperature anche di 750°C a fronte di un costo irrisorio di combustibile.

Il tempo di spegnimento è però molto lungo: per parecchie ore non sarà possibile anche solo toccare il barbecue senza ustionarsi.

La combustione del carbone è subordinata all’emissione di diossina e un altro centinaio di sostanze poco “simpatiche”.

Il gas è quindi molto piu pratico e veloce, sicuramente piu bello a vedersi, piu pulito e con un’emissione di sostanze nocive quasi pari a zero, sempre riferendoci a barbecues “certificati”.