CANNONAU O CANNONAO

 

Sinonimi: Cannonao, Cannonaddu, Alicante di Spagna, Cannonadu, Granaccia, Uva di Spagna. In Spagna: Garnacha, Tinta, Tintilla. In Francia: Grenache, Tinto Aragons, Grenachè de Alicante.


Cenni Storici: Introdotto in Sardegna durante la dominazione spagnola dal XV al XVIII sec.
Attraverso ricerche genetico molecolari, che il Cannonao, l'Alicante e il Tocai Rosso sono un unico vitigno.

Anche la Vernaccia di Serrapetrona sembrerebbe far parte della stessa famiglia.

E' del 1612 la prima citazione di un vino prodotto con vitigno Cannonau sardo inviato a re FilippoI.

Diffuso in tutta la Sardegna, è presente anche nel Friuli, e in Italia Centro-settentrionale.


Caratteri Ampelografici: foglia media, orbicolare, pentalobata, a volte trilobata - grappolo medio, cilindro-conico, a volte serrato e alato - acino medio-piccolo, sferico, con buccia consistente, molto pruinosa e di nero-viola.

Vitigno facilmente adattabile, predilige comunque i terreni collinosi, argillosi , marnosi.

E' particolarmente sensibile alla peronospora, botrite e marciume acido.


Maturazione: medio-tardiva


Vigoria: media


Caratteristiche del vino: ha caratteristiche che variano notevolmente a seconda della forma di allevamento o della zona di coltivazione, comunque in genere presenta un retrogusto ammandorlato.

E' presente nelle DOC Cannonau di Sardegna e Mandrolisai.